Arte e Cultura

PAN - Palazzo delle Arti di Napoli


Dal Marzo 2005 anche Napoli ha, finalmente, il suo Centro di documentazione per le Arti Contemporanee.
Il PAN, Palazzo delle Arti di Napoli è, infatti, la prima struttura civica cittadina destinata alla funzione esclusiva e permanente di Centro per le Arti Contemporanee.
Lapertura del Palazzo delle Arti ha, così, regalato alla città uno spazio preziosissimo che permette, non solo di documentarsi sui più diversi fenomeni artistici del contemporaneo nazionale ed internazionale, ma anche di fruire, sperimentare e fare ricerca sullarte contemporanea stessa.
Il PAN sorge in uno dei più bei palazzi del 700 Napoletano, Palazzo Roccella, una vera opera darte, riportata ai suoi antichi splendori da un sapiente e avanzato intervento di restauro (un intervento di consolidamento strutturale e contenimento del Palazzo quasi invisibile, realizzato grazie ad avveniristiche fasciature e protezioni in fibra di carbonio), che ha restituito alla città uno dei suoi gioielli, un edificio simbolo della storia di Napoli.
Nei suoi oltre 6000 mq, distribuiti su tre piani, il PAN ospita espressioni culturali che interessano tutte le arti e le loro forme espressive, consentendo la consultazione, lesposizione e la promozione delle opere più significative e dei documenti di maggior pregio del periodo contemporaneo, dalla pittura alla scultura, dallarchitettura alla fotografia, dal design al cinema, dalla video arte al fumetto.
Palazzo Roccella, nel cuore del quartiere Chiaia, è senza dubbio la sede ideale per un grande progetto di rivalutazione culturale della città, una sede storica e centralissima, in cui si armonizzano perfettamente le opere che vi trovano dimora.
Unarmonia resa possibile anche dallabile ristrutturazione degli interni, che ha illuminato ad arte ed arredato con oggetti di design sobrio e raffinato gli interni del palazzo, miscelando in maniera mai invasiva, gli antichi basoli in pietra lavica vesuviana, il piperno segnato dal tempo del grande scalone centrale ed i pallidi marmi.
Il nome PAN, logo bianco in campo nero, è stato scelto attraverso un concorso di idee bandito dallAssessorato alla Cultura tra giovani universitari e professionisti del settore.
La stessa modalità della scelta del nome è una concreta dimostrazione dellattività di laboratorio e promozione culturale del Centro per le Arti Contemporanee, ovvero degli obiettivi perseguiti con listituzione del PAN: guardare al futuro, alle nuove generazioni di talenti, di cui la nostra città è piena.
Il logo ed il nome vincitore del concorso sono stati ideati da Alfredo Favi, dellagenzia di comunicazione Arkè, che ha meritato il primo premio per una definizione semplice ed immediata, in perfetta aderenza al progetto culturale.
Il PAN nasce, quindi, come centro polifunzionale, destinato ad ospitare esposizioni temporanee, ma anche un centro di documentazione delle arti contemporanee, dotato di archivi cartacei, e digitali, di una biblioteca specializzata ed una mediateca, con attività di laboratorio dal taglio fortemente sperimentali e davanguardia.
Un vero e proprio archivio della memoria, in grado di offrire uno sguardo globale e articolato sullarte contemporanea a Napoli negli ultimi quarantanni.
Inaugurato in grande stile lo scorso 26 marzo con la mostra The Giving Person. Il dono dellartista, curato dal direttore artistico del PAN, Lorand Hegyi, il Palazzo delle Arti di Napoli, ha acquistato subito un posto di eccellenza nel panorama culturale cittadino, già solo per la sua portata innovatrice: uno spazio istituzionale pensato esclusivamente per larte contemporanea, laddove, la promozione e fruizione delle opere contemporanee è sempre stata appannaggio per lo più, esclusivo delle numerose e pur pregevoli iniziative private.
La mostra curata da Lorand Heygi apre, in maniera estremamente varia ed articolata, le attività del Palazzo delle Arti di Napoli.
Si tratta di unampia e significativa panoramica sulle illimitate potenzialità della creazione artistica contemporanea.
La mostra presenta una ricca esposizione di opere di oltre trenta grandi artisti, italiani e stranieri, efficaci interpreti dellarte degli ultimi quarantanni.
Si possono ammirare i capolavori di Marina Abramovic, Jean Fabre, Gerard Garouste, Gilbert & George, Mimmo Jodice, Ilya Kabakov, William Kentridge, Maurizio Nannucci, Hermann Nitsch, Richard Nonas, Roman Opalka, Tennis Oppenheim, Mimmo Paladino, Michelangelo Pistoletto, Sarkis, Sean Scull, Kiki Smith.
Una parte consistente della mostra presenta installazioni realizzate espressamente per accordarsi e fondersi con larchitettura e gli spazi del rinato Palazzo Roccella, tra queste, quelle di Jean Michel Alberala, Bianco-Valente, Eric Binder, Pedro Cabrita Reis, Gloria Friedmann, Denisa Lehockà, Eva Marisaldi, Luigi Ontani, Barthélemy Toguo, Lois Weinberger.
Unaltra parte, non meno importante dellesposizione, è costituita da opere di giovani artisti, interpreti delle ultime tendenze del panorama contemporaneo, con installazioni firmate da Txomin Badiola, Maja Bajevic, Jirì Cernicky, Victoria Civera, Gianni Dessi, Sejla Kameric, Matthew McCaslin, Michael Milunovic, Motti Mizrachi, Yan Pei-Ming, Laszlo Revesz, Kim Sooja.
Le molteplici attività del PAN sono distribuite in modo da prevedere due piani interamente e permanentemente dedicati alle esposizioni delle opere.
Al piano terra i servizi di accoglienza, la caffetteria-bookshop, una sala conferenze e gli spazi foyer, oltre gli spazi per le mostre temporanee nel cosiddetto "Grottone"; al piano ammezzato gli uffici gestionali e le sedi delle associazioni; al primo piano le sale per le mostre temporanee, i terrazzi e il giardino dei Cappuccini; al secondo piano le sale per lesposizione permanente; al terzo piano la Direzione del Centro con gli uffici e la segreteria, ma anche sale riunioni, uno spazio per attività didattiche, e la mediateca, al quarto piano, infine, una foresteria di 106 mq ed i depositi. (Simona Virgilio)

Indirizzo
Napoli, Via dei Mille 60

Orari
Tutti i giorni dalle ore 9.30 alle ore 19.30; la Domenica e festivi dalle ore 9.30 alle ore 14.30
Martedì chiuso

Prezzi
EUR 5,00 Adulti
EUR 3,00 per i cittadini della Unione Europea tra i 18 e i 25 anni
Ingresso Gratuito per i cittadini della Unione Europea sotto i 18 e sopra i 65 anni
Biglietto ridotto con Campania Artecard
La biglietteria chiude unora prima dell'orario di chiusura

Note
Il PAN è un sito incluso nel circuito CAMPANIA ARTECARD

Come arrivare dall'Hotel
Da Piazza Amedeo, 5 minuti a piedi, imboccare Via Vittoria Colonna per circa 300 metri: il PAN - Palazzo delle Arti di Napoli si trova in Via dei Mille 60.


Indietro

Offerte specialiRSS

Dal 29 giugno 2014 al 07 settembre 2014 - A partire da 34.00 Euro

Speciale Estate: a Luglio e Agosto prenota la tua vacanza a Napoli! Sconto 40%

Prenota ora il tuo soggiorno durante il periodo compreso tra il 29 Giugno e il ...


Dal 30 giugno 2014 al 07 settembre 2014 - A partire da 24.00 Euro

Offerte Last Minute: Speciale del Mese... Sconto 50%

Grazie a questa offerta speciale, se prenoti un soggiorno presso il nostro Hotel con almeno ...


Vai alla lista completa

Membro di

nozio