Arte e Cultura

Parchi di Napoli


Le aree verdi di Napoli occupano una superficie di circa trecento ettari di territorio comunale rivestendo un ruolo importantissimo da punto di vista paesaggistico e culturale.
Il lungo giardino pubblico che separa la Riviera di Chiaia dal lungomare di via Caracciolo è la Villa Comunale, ordinata al Vanvitelli nel 1778 dal Re Ferdinando di Borbone che, ispirandosi alle Tuilieres parigine, volle un passeggio reale per la nobiltà napoletana.
Nel parco accanto a statue neoclassiche, tempietti e fontane sincontrano lecci, pini ed eucalipti.
Vi sono, inoltre, il Circolo della Stampa e lAcquario più antico dEuropa.
Di fronte al parco si trova Villa Pignatelli, residenza neoclassica sede del museo Diego Aragona Pignatelli Cortes che ospita la Pinacoteca.
Di gran fascino le sale con opere darte napoletana depoca compresa tra il 1500 e il primo 900 ed il giardino allinglese con splendide piante di camelie, palme ed una maestosa magnolia grandiflora.
Splendido il Parco del Palazzo Reale, su Piazza del Plebiscito, dal 1600 dimora di viceré spagnoli, austriaci, dei Borboni e dei Savoia.
Numerose le sale visitabili tra cui la Sala dei Fiamminghi, la Cappella e lAppartamento Storico con il suo Museo.
Nel parco del palazzo si trova il Giardino Italia con folte camelie e la statua del Liberti, il piccolo Giardino Romantico e i giardini pensili allitaliana del cortile Belvedere ricchi di alberi e specie floreali esotiche.
Al Vomero immersa nel verde spicca la Certosa di San Martino del 1325, voluta da Carlo DAngiò, che ospita importanti collezioni del Museo Archeologico Nazionale tra cui la Tavola Strozzi del XV secolo, prima pianta della città ed il presepe napoletano di Cuciniello.
Incantevole è la Chiesa Gotica con affreschi seicenteschi del Caracciolo, busti marmorei di Vaccaro ed un leggìo del 600.
Un esempio splendido dellarte napoletano seicentesca è costituito dal Chiostro Grande, caratterizzato da colonne dordine Dorico-Toscano e dal Cimiterino dei Monaci Certosini con le bianche balaustre marmoree sormontate da teschi scolpiti.
Sempre al Vomero si trova il Parco della Villa Floridiana del 1816, dono di Re Ferdinando I alla Duchessa di Floridia, sua moglie.
La Villa neoclassica ospita il Museo Nazionale della Ceramica (oltre 6000 pezzi europei ed orientali), mentre il parco è costituito da panoramici viali e giardini con oltre 150 specie vegetali e dal Teatrino della Verzura, esempio di architettura nel verde.
Sulla la collina di Posillipo sorge, con un sistema di terrazze, il Parco Virgiliano, depoca fascista, da cui si ammirano panorami mozzafiato sul Golfo di Napoli e quello di Pozzuoli.
Lecci, ulivi, querce, specie tipiche della macchia mediterranea come mirto e rosmarino, aiuole, fiorite con aree per i bambini rendono il parco una rilassante oasi in città.
Dello stesso periodo storico è il Parco Vergiliano a Piedigrotta in cui si trovano la Tomba di Giacomo Leopardi, costruita nel 1934 secondo la tipologia dei cippi funerari romani, la Cripta Neapolitana costruita da Cocceio in epoca romana per collegare Neapolis con la zona flegrea e la Tomba-Mausoleo ritenuta di Virgilio che è un colombario romano detà Augustea.
Splendida è la riserva naturale del Cratere degli Astroni, Oasi WWF, che occupa 250 ettari e comprende un intero cratere dei Campi Flegrei.
Caratteristica linversione vegetazionale - bosco fitto sul fondo del cratere e vegetazione mediterranea sulla sommità - e la presenza di numerosissime specie di animali.
Sempre sul fondo di un antico cratere vulcanico si può ammirare quel che resta delle Terme di Agnano e del loro parco ricco di specie arboree, arbustive e floreali.
Famose le grotte naturali dal microclima secco dette Stufe di San Germano ideali per problemi dermatologici, respiratori e cardiovascolari.
Dallalto domina il Parco dei Camaldoli il cui nome deriva dallantico eremo camaldolese del 500 in cui i monaci preparavano rimedi medicinali usando i prodotti della natura.
Il Parco mira a preservare il carattere boschivo della collina con i suoi castagni, i lecci e gli esemplari della macchia mediterranea come le ginestre e lerica arborea.
Sulla la collina omonima si trova il Parco di Capodimonte che ospita oltre 400 specie vegetali con alberi secolari, zone di prato inglese e piante esotiche.
Sorge nel 1734 come riserva di caccia di Carlo III di Borbone e circondo lomonima Reggia oggi sede della pinacoteca con i quadri della Collezione Farnese e la raccolta di porcellane di Capodimonte.
Allepoca limpianto delle specie arboree fu disegnato in modo adeguato ai vari tipi di selvaggina destinati a popolarlo.
Ai piedi della collina vi è lOrto Botanico del 1807, fra i maggiori italiani per estensione e consistenza delle collezioni.
Esso ospita su dodici ettari di terreno 25.000 esemplari in rappresentanza di 10.000 specie vegetali con sistemi di vasche e serre che rispondono alle esigenze degli esemplari ricreando condizioni simili a quelle naturali.
Di particolare interesse la sezione sperimentale delle piante officinali ed il Museo di Paleobotanica ed Etnobotanica ospitato nel Castello del XVII secolo.
Nei pressi di Capodimonte sorge il Parco del Poggio che ha permesso il recupero del giardino di Villa Regina Isabella.
Nei suoi 4 ettari si trovano terrazze di ginestre e olivi, un lago con bambù e strelizie, un piccolo orto botanico e unarea giochi e un teatro.
Vi è poi il Parco Troisi, inaugurato nel 1994, prima detto di Taverna del Ferro dal nome della strada in cui si colloca.
Un laghetto ed una collinetta artificiale sono immersi tra i pini, tra specie mediterranee come la tamerici e i pioppi e specie rare come il Taxidium Distichum, cipresso calvo della Florida.
Queste sono sole alcune delle vedi meraviglie della città che, fondendosi con il fascino della storia e della cultura di questi luoghi, rendono Napoli straordinaria meta di turisti da tutto il mondo. (Carmen Greco)


Indietro

Offerte specialiRSS

Dal 30 novembre 2014 al 01 marzo 2015 - A partire da 28.00 Euro

Offerte Last Minute: Speciale del Mese... Sconto 50%

Grazie a questa offerta speciale, se prenoti un soggiorno presso il nostro Hotel con almeno ...


Dal 08 settembre 2014 al 29 marzo 2015 - A partire da 34.00 Euro

Pinto Promo: il tuo soggiorno in Hotel al centro di Napoli ad un PREZZO ECCEZIONALE! Sconto dal 5% al 40%

Approfitta della nostra offerta per trascorre un breve soggiorno o un weekend nel cuore di ...


Vai alla lista completa

Membro di

nozio